L’insopprimibile funzione della responsabilità …

Dopo ogni strage (come quella di Mestre) diviene sempre più evidente la necessità e l’urgenza di riaffermare la funzione della responsabilità in chiave non solo riparatoria ma anche deterrente. Ci sono centinaia di pubblicazioni scientifiche, migliaia di articoli, innumerevoli sentenze che affermano in maniera chiara e netta la polifunzionalità della responsabilità.

Ma per me rimane sempre mirabile un breve passaggio nel libro Il dolce domani (di Russel Banks) incentrato su un tragico incidente di un bus scolastico (per rimanere in tema). L’avvocato Stephens Mitchell che è accorso sul luogo del disastro ci consegna questa indimenticabile confessione.

Ogni volta che vengo a sapere di un caso come il disastro dello scuolabus capitato lassù, mi trasformo in un missile a ricerca termica, e punto al bersaglio che, lo sento nelle ossa, sarà un ufficio statale pasticcione e corrotto o una multinazionale che ha calcolato la differenza tra un bullone da dieci centesimi e un accordo stragiudiziale da un milione di dollari e ha deciso di sacrificare qualche vita a quella differenza. Fanno così, calcolano i risultati; ho visto ripetere all’infinito quella scena, finché uno comincia a interrogarsi sulla natura umana. Sono scimmie intellegenti, ecco tutto. Fanno le analisi in anticipo per vedere quanto gli costerà garantire la sicurezza rispetto a quanto sono costretti a pagare come risarcimento danni quando il bullone mancante manda l’autobus giù per la scarpata, e si limitano a scegliere l’opzione più economica.

E dipende da gente come me rendere più economico costruire gli autobus con quel bullone in più, o aggiungere un metro in più di guardrail, o prosciugare una cavo. E’ l’unico freno che si riesce a mettere al loro operato. E’ l’unico modo in cui è possibile assicurare la responsabilità a questa società“.

Non si sarebbe potuto dire meglio e con più precisione ….

Condividi:

Altri Articoli

Compila il form per maggiori informazioni

Nato a Catanzaro in data 24 aprile 1969, consegue la maturità classica (voto 60/60) e la laurea in giurisprudenza presso l’Università di Padova (voto 105/110). Viene eletto per il biennio 1992/94 Segretario Nazionale della Fuci (Federazione Universitaria Cattolici Italiani).

Avvocato dal 1999, Cassazionista dal 2016, svolge la propria attività a livello nazionale, operando nell’ambito del diritto sostanziale e processuale civile, con particolare elezione per le tematiche relative alla responsabilità civile (sia in ambito contrattuale che extracontrattuale), alla tutela della persona e dei consumatori in generale (e sotto il profilo risarcitorio in particolare), al diritto del lavoro, al diritto delle assicurazione. Svolge inoltre assistenza a favore delle vittime nell’ambito delle procedure penali.

Ha deciso di non essere fiduciario di alcuna compagnia di assicurazione e/o banche, per non intaccare la propria opera di tutela nei confronti dei danneggiati e dei consumatori.

Ha collaborato, nel primo decennio del 2000, con Cittadinanzattiva Onlus, risultando membro: a) del gruppo studio “Assicurazioni ” del CNCU, istituito presso il Ministero delle Attività Produttive; b) del collegio del Nord Italia dei conciliatori istituito presso il gruppo Banca Intesa, c) del gruppo di studio istituito presso l’ANIA per l’emanazione del nuovo Codice delle Assicurazioni. Ha svolto corsi seminariali in tema assicurativo a livello nazionale, promossi e patrocinati dal Ministero delle Attività Produttive.

È stato relatore in diversi convegni giuridici di carattere nazionale.

Nata a Cosenza in data 29 settembre 1981, consegue il diploma di maturità al liceo scientifico (voto 100/100) e si laurea nel 2006, presso l’Università di Cosenza (UNICAL), in giurisprudenza (voto 108/110) discutendo una tesi nell’ambito del diritto del lavoro (“Il nuovo sistema di tutela contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali: Decreto Legislativo n. 38/2000′) e del diritto assicurativo (“Il sistema assicurativo sociale in ambito europeo”).

È avvocato dal 2009; fa parte dello studio dal 2013. Si occupa prevalentemente di diritto civile, sostanziale e processuale, diritto del lavoro, diritto di famiglia, procedure stragiudiziali e di mediazione. Nell’ambito della materia di elezione dello studio legale, si interessa in particolare degli istituti di responsabilità civile speciale, di quello di natura professionale, oltre alla tutela degli animali e dell’ambiente, a vantaggio del quale svolge anche attività di volontariato sociale.

È attiva nell’ambito del diritto di famiglia e della tutela dei minori, nonché della tutela dei diritti della persona in generale, dei consumatori e della proprietà intellettuale.

CONTATTACI

oppure chiama